Le riserve naturali di Caltanissetta

Le riserve naturali di Caltanissetta immagine

Caltanissetta riserva la possibilità di effettuare anche magiche escursioni tra le 6 Riserve Naturali: Sughereta di Niscemi, Contrada Scaleri, Lago soprano, Biviere di Gela, Lago Sfondato e Monte Conca. Prenotando una camera al Bed&Breakfast S. Elia è possibile raggiungere le riserve, dislocate nell’entroterra siciliano tra boschi, fiumi e valli per ammirare l’altra faccia della terra siciliana.

La Riserva Naturale Sughereta di Niscemi è stata creata nel 1997, per garantire la sopravvivenza del bosco di sughera che era un elemento fondamentale dell’economia passata. Grazie alla vegetazione boschiva è possibile trovare i silvidi, i picchi rossi, l’upupa, le poiane, i gheppi e il gruccione, un uccello migratore molto colorato che ha rischiato di estinguersi.

Negli anni tra il 1997 e 1998 sono state istituite anche le riserve naturali di Contrada Scaleri nella zona di Santa Caterina Villarmosa per tutelare le micro forme carsiche, di Biviere di Gela che circonda il lago e progette le numerose specie idrofile e uccelli migratori, di Lago Sfondato peculiare per il letto sprofondato all’inzio del 900 dopo il collasso delle rocce sottostanti: il lago è protetto da Legambiente e garantisce la sopravvivenza di numerose orchidee, rettili, mammiferi e uccelli acquatici.

La Riserva Naturale di Lago Soprano, creata nel 2000 è ubicata vicino a Serradifalco, in provincia di Caltanissetta. In nessun modo è consentita l’edificabilità per salvaguardare il patrimonio paesaggistico. Il lago è nato in seguito alla depressione carsica originata dal corso delle falde e ospita diverse specie pesci ma non solo: oltre a mammiferi e rettili è possibile trovare anche la tartaruga e la testuggine palustre.

La riserva naturale di Monte Conca, avviata nel 1995 e gestita dal Club Alpino arriva fino a Campofranco, in provincia di Caltanissetta ed è rinomata per la sua ricchezza naturale e archeologica. Anche questa riserva presenta la peculiarità delle cavità carsiche ed è possibile ammirare flora e fauna selvatica: tra ulivi, vigne, salici e pioppi neri trovano l’habitat naturale animali come il falco, la poiana, la volpe, la lepre ma anche la tartaruga e diverse specie di uccelli acquatici come l’airone e il cavaliere d’Italia.